Biscotti al farro e uvetta

Biscotti al farro e uvetta

Emozione, la mia prima ricetta!!
E il bello è che non è nemmeno mia! Beh, adesso, chi è che si mette lì a inventare ricette da zero? Si prende spunto, si modifica, si personalizza, ed è quello che ho fatto in questo caso.
La ricetta originale viene dal blog di Sigrid,  il cavoletto di Bruxelles, lo sentirete nominare spesso perché è la mia principale fonte di ispirazione, insieme ad un altro paio di blog davvero ben fatti e che seguo da anni.
Rispetto all’originale ho cambiato alcune dosi, e ho usato la farina integrale di farro al posto della farina bianca.
Mi sto informando parecchio sulle varie farine, e la farina bianca la sto quasi eliminando, così come quasi tutto ciò che è troppo raffinato. Nelle ricette che la prevedono la sostituisco con farina integrale di farro, o di kamut, provo e vedo il risultato finale. Di solito è ottimo. In questa preparazione così rustica poi, la farina di farro ci sta benissimo.
Un’altra cosa che faccio sistematicamente è ridurre la quantità di zucchero, e sostituirlo con quello di canna. Non mi è mai capitato che un dolce, in questo modo, venisse troppo poco dolce, almeno per i miei gusti.
Questi biscotti sono ottimi a colazione, io li preferisco un po’ croccantini quindi li lascio cuocere finché non siano belli dorati.

burro della fattoria 170g
farina integrale di farro 175g
zucchero di canna scuro 120g
fiocchi d’avena 150gr
uvetta
65g
uova di galline felici 1
vaniglia 1 baccello
lievito per dolci mezzo cucchiaino scarso
sale 1 presa

Nella planetaria o nel mixer sbattere lo zucchero e l’uovo, e una volta ottenuto un composto bello soffice, aggiungere il burro fuso, la vaniglia, la farina, il lievito e il sale. Mischiare bene il tutto e aggiungere infine, mescolando con un cucchiaio oppure sempre nel mixer ma a velocità molto ridotta, i fiocchi d’avena e le uvette.
Se l’impasto risulta un po’ molle, si può aggiungere un po’ di farina, oppure mettere in frigorifero a rassodare per un paio d’ore. Se è bello compatto, allora va bene.
Rivestire di carta da forno la teglia del forno e disporre delle piccole cucchiaiate di impasto. Si possono anche fare delle palline di impasto ma io preferisco dei biscotti irregolari, vengono con un aspetto più rustico che mi piace di più. Infornare a 180° per 10-15 minuti, e lasciar raffreddare su una griglia.
Ce la farò a convincere mio figlio che sono più buoni della Macine??

4 Commenti a “Biscotti al farro e uvetta”

  • Sissi scrive:

    Sono venuta a curiosare e speravo di trovare una ricetta di biscotti alla zucca e farro da fare domani con Enea e Luna… Non c’è ma ci penso io, modificherò quelle che ho e vedremo… magari poi la provi e la metti sul blog :)
    Intanto fantastico il biscotto alla nocciola con l’aggeggio…
    Non vedo l’ora di vederci settimana prossima per parlare delle nostre cosette…

  • elisa scrive:

    Sì sì dai, sperimenta biscottini alla zucca che poi li pubblichiamo!

  • ANDREA BIAGI scrive:

    vedo che stai attenta agli ingredienti e cerchi di usare prodotti di prima scelta, oltre che naturali.
    Informati bene sulla farina Kamut; sai che “kamut” è solo un marchio commerciale ?
    Perché non usi farine italiane macinate a pietra ?

    Ciao Andrea

  • elisa scrive:

    Ciao Andrea, infatti adesso che ne so un po’ di più uso sempre farine italiane macinate a pietra :)

Lascia un Commento