Archivi per la categoria ‘autoproduzione’

Fiore di pane per iniziare il 2013!


Sì, lo so, questo blog è abbandonato da talmente tanto tempo che nello scorso post ci preparavamo all’estate inghiottendo ciliegie, e adesso siamo appena riemersi dai festeggiamenti di Capodanno.
È che oggi ho cucinato questo fior fiore di pane e non potevo non postarlo tanta è la soddisfazione!
È davvero bello, no? E non è per niente complicato da realizzare.
Mi sembra inutile riportarvi la ricetta visto che l’ho presa pari pari dal blog l’ingrediente perduto, vi conviene andare a vedere là. L’unica modifica è la solita: ho usato farina bianca di farro invece della farina di grano.
L’ho usato come centro tavola e lo abbiamo sfogliato piano piano, spalmando i petali di mousse salate.

Ma allora, sono ancora in tempo per gli auguri?
Vi rimando a quello che ho da poco scritto di là, su cose(in)utili, che quel giorno ero più ispirata e avevo meno fretta :) Leggi il resto di questo articolo »

Yogurt autoprodotto


Bello autoprodursi lo yogurt, eh, solo magari non cominciate alle 10 di sera, come ho fatto io, e soprattutto non fatelo quando avete del sonno arretrato… potreste addormentarvi sulla pentola del latte aspettando che raffreddi fino alla fatidica temperatura di 40°!!
Orario a parte, fare lo yogurt mi dà davvero molta soddisfazione.
Forse perché non pensavo che fosse così semplice, forse perché non pensavo che venisse così buono, denso e poco acido. Leggi il resto di questo articolo »

Sale di Rodante – è pronto!


Ve lo ricordate il post sul Sale di Rodante?
È passato ormai un mese, il sale è pronto e invasettato!
L’esperienza di curare questo sale, di aggiungere erbette fresche appena colte e spezie dai profumi esotici, di rimescolarlo e respirarne l’aroma, “ascoltando” dopo ogni aggiunta le differenze, mi ha davvero appassionata.
Credo addirittura di essere pronta per la pasta madre :)
Ne ho preparati due chili, e penso che a breve, quando le erbe aromatiche cominceranno ad abbondare nei giardini, ne preparerò ancora. Mi piace talmente tanto che ogni tanto apro un vasetto e lo annuso (forse dà dipendenza, ma giuro che non contiene sostanze illegali ;)) Leggi il resto di questo articolo »

Una giornata di autoproduzione in arancio


È venuta fuori così, non era programmata (e cosa lo è, d’altra parte, nella mia vita?)
Una cassetta di arance arrivata un mese dopo del previsto, inconvenienti delle consegne del GAS (Gruppo di Acquisto Solidale) che si trasformano in opportunità.
Sì perché quella polvere di arancia la volevo fare da un bel po’, ma mai che mi decidessi.
La provvidenziale cassetta era lì che mi guardava e una moltitudine di arance mi implorava: è aprile, fa caldo come se fosse giugno, quanto credi che dureremo??
Poche ore in realtà, e le avevo polverizzate! Leggi il resto di questo articolo »

Sale di Rodante project – step 1


Era davvero tanti anni fa…
Quando ancora si leggevano i newsgroup, perché non c’era altro. E quale frequentavo io? it.hobby.cucina.
Andava per la maggiore un cuocone grosso, RoDante da Fano. Era diventato quasi un mito per me, con le sue ricette cariche di poesia.
Tanto che ancora oggi che la rete pullula di infiniti blog con foto fantastiche, ciò che ho voglia di realizzare, in questo momento, è il suo sale.
Sarà anche l’arrivo della primavera e il tripudio di erbe aromatiche e di profumi che mi circonda (ve l’avevo già detto che è di gran lunga la mia stagione preferita? in primavera rinasco!)… ho deciso di imbarcarmi nell’impresa anche se non ho idea di quale sarà il risultato. Leggi il resto di questo articolo »